Cos'è - FPC di Fasani Paolo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cos'è

Internet Eolo

L’idea di EOLO nasce nell’autunno del 2006 per fornire connettività a banda larga al fondatore e Amministratore Delegato di NGI Luca Spada, la cui casa, a pochi chilometri da Varese, non era coperta da servizi ADSL.

Il monte Campo dei Fiori che sovrasta Varese era il punto ideale per triangolare una connessione wireless che dalla casa di Luca collegasse il punto più vicino a sud di Varese che disponesse di collegamento in fibra ottica alla rete di NGI.

Luca installò quella che sarebbe diventata poi la prima BTS della rete EOLO presso il Grande Albergo al Campo dei Fiori, realizzando il primo collegamento a 30Mb/s in tecnologia Hiperlan2 fra casa sua e la rete di NGI utilizzando apparati radio Alvarion.

Il buon funzionamento del collegamento spinse Luca a consigliare la soluzione anche ai propri vicini, ovviamente anche loro nel medesimo problema di digital divide, per capire se con la medesima tecnologia fosse possibile realizzare un servizio che potesse essere venduto da NGI come soluzione alternativa all'ADSL.

I vicini diventarono così i primi beta tester del futuro servizio EOLO. L'entusiamo della soluzione portò in breve tempo ad ampliare il numero di apparati installati al Campo dei Fiori per coprire una porzione maggiore di territorio e a realizzare i primi collegamenti infra-BTS con le nuove BTS al Sasso di Ferro (VA) e Monte Orsa (VA).

A gennaio 2007 erano già 15 le BTS attive (tutte installate personalmente da Luca Spada e suoi collaboratori) con circa 100 utenti "amici" in vari comuni digital divisi del varesotto che sperimentavano le funzionalità del collegamento.

A febbraio 2007 si conclusero i test del servizio e venne coniato il nome "EOLO" e venne lanciata l'offerta commerciale.

L'idea di EOLO è stata chiara sin dagli inizi:

  • creare un'offerta di collegamenti radio fissi ad alta qualità di qualità uguale o superiore a quella su cavo;

  • creare un servizio sia per l'utenza residenziale che aziendale;

  • creare una rete radio utilizzando le migliori tecnologie ed i più alti standard qualitativi.



Per maggiori
informazioni clicca qui.



Nell'estate del 2007 partì in modo massiccio l'implementazione della rete attraverso l'installazione di decine di BTS al mese con l'obiettivo di coprire il 90% della provincia di Varese entro fine anno. Obiettivo puntalmente raggiungo a fine anno, dove gli utenti EOLO erano già oltre 1.000.

Il 2008 fu l'anno dell'espansione fuori dalla Lombardia, con l'implementazione delle prime BTS in Piemonte, Veneto e Trentino Alto Adige seguendo l'arco alpino. A fine 2008 erano 150 le BTS attive in 4 regioni.

Nel corso del 2009 è continuata la massiccia espansione della rete anche nelle valli alpine secondarie e con le prime BTS in pianura padana, anch'essa con tantissime zone in totale digital divide. A fine 2009 erano oltre 300 le BTS attive.

Nel 2010 la rete è stata ulteriormente espansa in Valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna e da marzo è iniziata l'implementazione in rete delle BTS in tecnologia 802.16e (WiMAX) che consente di triplicare la capacità di banda delle celle. A fine 2010 erano 500 le BTS attive.

Nel 2011 abbiamo aggiornato oltre 100 BTS già esistenti alla tecnolgia WiMAX e il piano di sviluppo prevede l'installazione di ulteriori 150 BTS nelle regioni del nord Italia e un notevole sviluppo in Emilia Romagna.

Ad Aprile 2012 la Società torna in mani italiane, con l'acquisizione del 100% dal capitale da parte di Luca Spada (Fondatore e Amministratore Delegato) e del Gruppo ELMEC. A Maggio viene inaugurate la nuova sede di Busto Arsizio (VA), oltre dieci volte più grande rispetto alla vecchia. Viene immediatamente avviato un piano di assunzioni per portare i dipendenti a 100 unità, con l'obiettivo di sostenere la crescita di clienti e migliorare ed ottimizzare ogni reparto aziendale.

A Febbraio 2013 viene introdotta in rete EOLOwave, una nuova tecnologia di accesso sviluppata da NGI che raddoppia la performance del precedente protocollo WiMAX ed abbassa notevolmente la latenza. EOLOwave è in grado di fornire oltre 30 Mb/s di banda in downlink ed oltre 10 Mb/s in uplink, con latenze nell'ordine dei 5-8 ms.
EOLOwave è la tecnologia che viene usata per l'installazione di tutte le nuove BTS e per l'upgrade delle BTS esistenti. Il piano, già nel corso del 2013, prevede di installare oltre 1.000 nuovi settori per oltre 80 Gb/s di nuova capacità in rete.

La rete EOLO diviene la più estesa in Italia e fra le principali reti wireless fisse al mondo. La rete EOLO copre oltre 5.200 comuni.

Nel corso del 2014, il Ministero dello Sviluppo Economico, per mezzo della propria società di scopo Infratel Italia, assegna a EOLO la vincita di quattro bandi di gara per l'abbattimento del digital divide in Liguria, Marche, Emilia Romagna e Umbria con un finanziamento a fondo perduto, per lo sviluppo della rete nelle 4 regioni, di 20 milioni di euro.

Il 2015 è l’anno del lancio del progetto Maestrale, con l’obiettivo di collegare direttamente alla fibra ottica il 70% delle BTS nei successivi 5 anni. L’obiettivo è portare grande capacità anche nelle BTS remote, per soddisfare la grande crescita di traffico, soprattutto serale, portato dall’avvento dei servizi di IPTV e streaming video. Nel corso dell’anno, EOLO si aggiudica anche il bando di Infratel Italia per lo sviluppo della rete a banda ultra larga nella regione Abruzzo.

A fine 2016, EOLO acquisisce oltre 220 MHz di spettro radio in diritto esclusivo su tutto il territorio nazionale, come base di lancio per il progetto EOLOWave G, ovvero l’evoluzione dell’attuale rete, per introdurre servizi fino a 100 Mb/s in downlink e 30 Mb/s in uplink, anche per l’utenza privata.

Oggi i clienti attivi sono quasi 300.000, con un tasso di crescita di oltre 10.000 nuovi clienti al mese. I ricavi previsti per l'anno in corso sono di oltre 100 milioni di euro, in crescita di oltre il 30% rispetto allo scorso anno. EOLO dispone di una rete di oltre 2.000 addetti, fra collaboratori, installatori tecnici e partner commerciali sul territorio.

Fino ad oggi abbiamo investito oltre 200 milioni di euro nell'implementazione della rete ed abbiamo a budget ulteriori investimenti per 300 milioni di euro nel periodo 2018-2022.



EOLO è la più grande rete di accesso a larga banda alternativa a Telecom Italia.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu